Ragade anale

Ferita lacera in diverso grado ampia e più o meno profonda, che si estende lungo l’asse maggiore del canale anale a livello del margine anale. Può evidenziarsi all’anoscopia come ragade acuta o cronica e può causare dolore, gneralmente intenso, emorragia e/o prurito. Si ritiene che l’ipertono sfinteriale o lo spasmo dello sfintere anale interno rappresenti un momento etiopatogenetico della ragade; e inoltre che il dolore, nella ragade anale, sia conseguente all’ipertono dello sfintere anale interno stesso, determinato in via riflessa dal passaggio di feci sulla soluzione di continuo.

‹ Back to the index
Dizionario
Cerca medico
Centri U.C.P.
Coloproctological diseases and procedures

Last insertion:

Toilet Training
Read ›

The Expert Replies

Gaetano Gallo
dr.gaetanogallo@libero.it

Lettere al presidente

Dott. Roberto Perinotti
Rubrica diretta a quanti volessero porre dei quesiti al Presidente SICCR, Dott. Roberto Perinotti.

presidenza@siccr.org

Informazione pubblicitaria
Partner
AIGOAIUGCICSIUD