Digitazione

Necessità di ricorrere – con frequenza e modi variabili – all’aiuto delle dita delle mani per poter evacuare, dalla manipolazione indiretta esterna, perineale, vaginale, fino alla pressione per via endovaginale sulla parete rettale anteriore ed all’estrazione delle feci dal retto (con significato in quest’ultimo caso di automedicazione); tipicamente nelle donne affette da defecazione ostruita, con rettocele anteriore, l’evacuazione non di rado è possibile introducendo le dita in vagina a premere sulla parete posteriore. E’ un’ammissione suggestiva di un’alterazione anatomo-funzionale del pavimento pelvico, spesso non corredata di riscontri oggettivi all’esame perineologico. Nel caso che solo mediante digitazioni l’evacuazione di feci normali risulti possibile, è presumibilmente corretto parlare di defecazione impedita, ostruita o inefficace, ponzamento abnorme ed inefficace, e di ‘evacuazione’ ma non di vera ‘defecazione’. E’ un segno di gravità della sindrome da defecazione ostruita (vedi sindrome da defecazione ostruita / outlet obstruction).

‹ Torna all'indice
Dizionario
Cerca medico
Centri U.C.P.
Malattie e procedure coloproctologiche

Ultimo aggiornamento:

Sottoporsi ad un Intervento Chirurgico al tempo della Pandemia COVID 19
Leggi ›

L'Esperto Risponde

Gaetano Gallo
dr.gaetanogallo@libero.it

Lettere al presidente

Dott. Roberto Perinotti
Rubrica diretta a quanti volessero porre dei quesiti al Presidente SICCR, Dott. Roberto Perinotti.

presidenza@siccr.org

Informazione pubblicitaria
Partner
AIGOAIUGCICSIUD