Dolore pelvico cronico

È tale se dura da oltre 6 mesi e spesso non risponde ai comuni antalgici. Può essere attribuito a cause organiche gastroenterologiche, uro-ginecologiche, neurologiche e ortopediche, e a cause dette funzionali che configurano forme primitive o idiopatiche. Nel secondo caso il dolore è classificato come: 1) Dolore PelviPerineale Cronico Idiopatico propriamente detto (DPPCI); 2) Nevralgia anorettale; 3) Proctalgia fugace, 4) Coccigodinìa. La prima condizione include ‘tutti gli altri casi di dolore pelvico cronico idiopatico relativi al segmento posteriore, escludendo le forme specificamente indicate con 2, 3 e 4.

  1. Barclay L, Vega C. ACOG Issues New Guidelines for Chronic Pelvic Pain. Obstet Gynecol. 2004;103:589-605;
  2. ACOG release a report on chronic pelvic pain. Am Fam Physicians 1996;54:1793-4;
  3. Diagnostic laparoscopy for acute pelvic pain. Int J Gynaecol Obstet1997;59(1):81:2;
  4. Gunter J. Chronic pelvic pain. An integrated approach to diagnosis and treatment. Obstet Gynaecol Survey 2003;58:615-23.
‹ Torna all'indice
Dizionario
Cerca medico
Centri U.C.P.
Malattie e procedure coloproctologiche

Ultimo aggiornamento:

Sottoporsi ad un Intervento Chirurgico al tempo della Pandemia COVID 19
Leggi ›

L'Esperto Risponde

Gaetano Gallo
dr.gaetanogallo@libero.it

Lettere al presidente

Dott. Roberto Perinotti
Rubrica diretta a quanti volessero porre dei quesiti al Presidente SICCR, Dott. Roberto Perinotti.

presidenza@siccr.org

Informazione pubblicitaria
Partner
AIGOAIUGCICSIUD