Manometria

In fisica, la misurazione dei valori pressori all’interno di un sistema. In gastroenterologia e in coloproctologia, _ indica l’insieme delle tecniche strumentali adottate per misurare le pressioni vigenti nel lume dell’apparato digerente, a scopo diagnostico o di ricerca. Sono di interesse i seguenti tipi di manometrie: endoscopica della giunzione ileo-ciecale; endoscopica del sigma; endoscopica del segmento retto-sigmoideo; rettoanale o ano-rettale (vedi). Ciascuno di questi tipi di esami è effettuabile usando diverse tecniche e metodiche, nessuna delle quali è ancora riconosciuta universalmente come il gold standard. Si effettua con strumenti chiamati manometri, che comprendono: 1) Sensori di pressione con trasduttori meccano-elettrici; 2) Sistemi di perfusione; 3) Sistemi di visualizzazione; 4) Sistemi di registrazione; 5) Sistema di archiviazione dei segnali registrati e di dati complementari, tecnici (es. registrazione concomitante di Elettromiografica perineale, o mediante barostato di elastanza e compliance), anagrafici e clinici; 6) Sistemi di videoscrittura e di stampa dei referti d’esame manometrico. Un sistema manometrico è ritenuto tecnicamente soddisfacente se ogni componente strumentale, così come l’intero sistema di misura e quello di trasmissione del segnale, sono in grado di rispondere sempre con velocità superiore a quella delle variazioni pressorie del tratto intestinale esaminato.

‹ Torna all'indice
Dizionario
Cerca medico
Centri U.C.P.
Malattie e procedure coloproctologiche

Ultimo aggiornamento:

Sottoporsi ad un Intervento Chirurgico al tempo della Pandemia COVID 19
Leggi ›

L'Esperto Risponde

Gaetano Gallo
dr.gaetanogallo@libero.it

Lettere al presidente

Dott. Roberto Perinotti
Rubrica diretta a quanti volessero porre dei quesiti al Presidente SICCR, Dott. Roberto Perinotti.

presidenza@siccr.org

Informazione pubblicitaria
Partner
AIGOAIUGCICSIUD