Poliùria

gr. antico polis = molto + ourèin = urinare

Aumento patologico o parafisiologico (su base ormonale, ad esempio, in gravidanza) della quantità o che è lo stesso, del volume complessivo di urine emesse nell’arco di tempo; si accompagna ad una riduzione dell’osmolarità plasmatica, espressione spesso di un’alterata funzionalità renale, che non necessariamente corrisponde ad un aumento della frequenza di atti di minzione.

‹ Torna all'indice
Dizionario
Cerca medico
Centri U.C.P.
Malattie e procedure coloproctologiche

Ultimo aggiornamento:

Sottoporsi ad un Intervento Chirurgico al tempo della Pandemia COVID 19
Leggi ›

L'Esperto Risponde

Gaetano Gallo
dr.gaetanogallo@libero.it

Lettere al presidente

Dott. Roberto Perinotti
Rubrica diretta a quanti volessero porre dei quesiti al Presidente SICCR, Dott. Roberto Perinotti.

presidenza@siccr.org

Informazione pubblicitaria
Partner
AIGOAIUGCICSIUD