Diarréa

gr. diarròia, fluire attraverso

Condizione in cui le evacuazioni sono più frequenti e le feci meno consistenti che di norma. La diarrea (feci liquide =/>300 gr di feci / die, =/>2 defecazioni / die) va definita secondo la frequenza e la consistenza delle scariche. In caso di variabilità dell’alvo, valgono le indicazioni di frequenza sia della diarrea che dei sintomi della stipsi. (Vedi anche: alvo, dissenteria, incontinenza e stipsi). Sec L’OMS: la _, condizione caratterizzata da una perdita della abituale consistenza e/o da un aumento della fluidità delle feci di un soggetto, è definita come segue: 3 o più di 3 scariche di feci liquide per 2 o più di 2 giorni consecutivi.

  1. de Vrese M, Schrezenmeir J. Probiotics, prebiotics, and synbiotics. Adv Biochem Eng Biotechno 2008;111:1-66.
‹ Torna all'indice
Dizionario
Cerca medico
Centri U.C.P.
Malattie e procedure coloproctologiche

Ultimo aggiornamento:

Sottoporsi ad un Intervento Chirurgico al tempo della Pandemia COVID 19
Leggi ›

L'Esperto Risponde

Gaetano Gallo
dr.gaetanogallo@libero.it

Lettere al presidente

Dott. Roberto Perinotti
Rubrica diretta a quanti volessero porre dei quesiti al Presidente SICCR, Dott. Roberto Perinotti.

presidenza@siccr.org

Informazione pubblicitaria
Partner
AIGOAIUGCICSIUD